Gli Invisibili

Ex Legge 440/97 E.F. 2016 D.M. 663 Art. 10

 

 

Nell'ambito del Piano Nazionale per la cittadinanza attiva e l'educazione alla legalità, la Scuola Secondaria di Primo grado “Borgese-XXVII Maggio” di Palermo ha realizzato il progetto "Gli Invisibili” dedicato a tutte le vittime uccise non solo dalla mafia ma anche dall'indifferenza. In particolare, il progetto ha focalizzato l’attenzione sui 108 bambini vittime di Mafia.

Scopo ultimo del progetto è stato quello di compiere un esercizio di “memoria attiva” finalizzata a spingere le nuove generazione verso il recupero del ricordo civile di coloro che hanno lavorato, combattuto e sono morti per un ideale di Giustizia e Libertà. Attraverso la memoria sociale infatti, è possibile distruggere il luogo comune secondo il quale una vittima innocente si trovi nel posto sbagliato al momento sbagliato perché, come afferma Bruno Palermo nel suo libro “al posto sbagliato ci sono sempre assassini e mafiosi”. 

La Scuola Secondaria di Primo grado Borgese-XXVII Maggio gravita intorno ai quartieri Pallavicino, Partanna-Mondello, che ricadono all’interno della VII Circoscrizione e nel quartiere Resuttana-San Lorenzo. Una delle sedi è dedicata proprio a Claudio Domino, il ragazzino di 11 anni freddato con un colpo di pistola in fronte la sera del 7 ottobre del 1986. La verità sull’omicidio non è ancora venuta a galla e, da qualche anno, i genitori Graziella Accetta e Antonino Domino, si battono per ottenere giustizia per il proprio figlio e, insieme a lui, per tutte le vittime innocenti.

Chiamando in causa il dovere civile di ogni cittadino, il progetto ha voluto trasferire ai giovani un messaggio di speranza: se guardiamo con attenzione, se parliamo di loro, se imprimiamo nella memoria i luoghi dove sono vissuti e dove hanno perso la vita possiamo rendere immortali persone che, con il loro sacrificio, hanno dato dignità al nostro paese e creare le condizioni per cui la loro morte non sia stata vana.

Il Progetto è stato svolto in rete con le associazioni AGENDE ROSSE, COARTEGA ed INCONTROSENSO, e si è svolto in diverse fasi. In una prima fase gli alunni hanno individuato e ricercato le vittime e i luoghi teatro degli attentati mafiosi, successivamente hanno incontrato I coniugi Ninni e Graziella Domino, i genitori del piccolo Claudio; i coniugi Vincenzo Agostino e Augusta Schiera, genitori dell’agente Nino Agostino ucciso con la moglie, Ida Castellucci, incita di qualche mese; Massimo Sole, fratello di Giammatteo, ucciso barbaramente a Carini e Roberta Gatani nipote del Giudice Paolo Borsellino. Particolarmente significativi sono state le partecipazioni al corteo del 21 Marzo a Trapani organizzato da Libera e dedicato a tutte le vittime di mafia, al corteo de 9 Maggio a Cinisi per Peppino Impastato e a quello del 23 Maggio per il giudice Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo.

Durante i laboratori “Gli Invisibili”, curati dall’Associazione Coartega, l'attenzione dei ragazzi è stata indirizzata verso l’analisi del fenomeno del reato ambientale mafioso per stimolarli a prendere coscienza della problematicità del territorio in cui vivono. Gli alunni partecipanti hanno compreso quanto sia importante, per costruire la memoria civile, la conoscenza reale dei fatti per assicurare la veridicità delle notizie e degli episodi narrati.

Durante i laboratori "A scuola di makers! Pensa, crea, produci", condotti dagli esperti dell’Associazione Incontrosenso gli alunni hanno approfondito le storie dei minori vittime di mafia e, dalle loro ricerche è scaturito questo portale mostrato per la prima volta a Vila Niscemi il 7 ottobre 2017, giorno del 31° anniversario dell’eccidio del piccolo Claudio Domino. Il portale contiene anche il video “In cammino con Claudio” che raccoglie le forti emozioni vissute dagli alunni grazie all’esperienza diretta con i genitori del piccolo Claudio che hanno fatto loro da “padrini” avviandoli, con amore e dedizione, verso un percorso consapevole di memoria: per troppi anni infatti, le mafie hanno fatto credere di non toccare i bambini, ma era solo un falso mito, le 108 vittime innocenti infatti, hanno il diritto di essere chiamate per nome.

Per approfondire:

STORIA DEL PICCOLO CLAUDIO - in INVIATO SPECIALE del 7 ottobre 2017 ore 8.30 di Rita Pedditzi

 

 Esperti lab. A scuola di makers: Paola Ruffino, Antonio Macaluso, Giuseppe Sinatra

Esperti lab. Invisibili: Lavinia Caminiti, Gaetano Vitale, Giusi Napoli, Roberta Gatani

Web Master: Marco Garofalo

Tutor: Patrizia Luna, Francesco Gigliotta, Giovanna Oliveri, Daniela Algeri

Dirigente Scolastico (a.s. 2016-17): Maria Vodola

Referente del Progetto: Rosaria Melilli

 

GLI ALUNNI PARTECIPANTI AL PROGETTO:

ACQUAVIVA SONIA

ALLEGRA MARTA

ANGELICO GIULIA MARIA

ARFAOUI ONS

ARROSTUTO LUCA

BARGIONE ANTONINO

BELLAVISTA GIULIA

BIGICA GIOVANNI

BOLOGNA CRISTINA

BOMBACE FRANCESCO

BRUNO AURORA

BUFFA ALESSANDRO

BUFFA MARIO

CALAFIORE ROSALIA

CALTAGIRONE MARTINA

CAMMARATA SERENA

CARBONETTI CHIARA

CARUSO ALESSANDRO

CIRIMINNA FLAVIO

CONIGLIARO GIULIA

COSTANZA GIULIA

CRISTOFALO GIOVANNI

CUSIMANO MATTIA

DAMIANI PAOLO

D'ANGELO ASIA

DE FRANCESCO GIUSEPPE

DE FRANCHIS SANTINO

DI BLASI TOMMASO

DI CRISTOFALO CRISTIAN

DI FRANCO MARTINA

DI MAIO RACHELE

FARBO SALVATORE

FERRANTE GIUSEPPE

FERRANTE MARIO

FERRARA COSTANZA

FICAROTTA DESIDERIA

FILIPPONE GIOVANNA

FINAZZO MATTEO

FIORENTINO CAROLINA

FRICANO SALVATORE

GALIOTO ANNA

GIANNONE LORENZO

GIARDINA ERIKA

GIGLIO GABRIELE

GIOE' ELISABETTA

GRECO ALESSIA

GUAGENTI FABRIZIO

INSURATALU DANIEL

 

LA GAMBINA MATTIA

LIGA CAROLA

LOCA' DOMENICO

LOMBARDO ALESSANDRO

LOMBARDO MARGHERITA

LONGO SONIA

MANISCALCO REBECCA

MATTALIANO RICCARDO

MILECI GINEVRA

MISTRETTA SOPHIA

MORICI EMMA

NUCCIO FABRIZIO

PACE MELISSA

PATTI LOUISIANA

PERRONE LUCIA

PISCIOTTA MARIA

 

RICCOBONO RACHELE

RICCOBONO VALERIO

SABATINO VINCENZO

SCIARRINO PIETRO

SCIARRINO VALENTINA

SPINA MARZIA

SURIANO GIORGIA

TAGLIAVIA ANNA

TANTILLO ANTONIO

TARANTINO CHIARA

TORRES GIULIA

TOUMI JOULIE

TRIGILI MARTINA

VALGUARNERA GIULIA

VIOLA SALVATORE

VIZZINI ALESSIA

 

Vuoi saperne di pił?

Contattaci